Lusiana

 

In cimbro
« ...an schööns léntle met gùuten éerden un saiten,
süüssen in gasunten lüften,
altaghe gaküsset von dar sunnen... »
In italiano
« ...fertile e posto in dilettevol sito;
è di aere salubre e delicato,
ove li terreni sono dal sole per ogni parte illustrati... »
(F. Caldogno)

Lusiana

Lusiana (lingua cimbra: Lusaan) è un comune di 2.915 abitanti in provincia di Vicenza.

E' il più meridionale e il più basso dei Sette Comuni, non giace sull’altipiano, ma a mezza costa, sul declivio del monte Cornione o Corgnon, a Nord di Breganze e a Nord-Ovest di Marostica. Sembra la vigile avanguardia delle comunità sorelle, nascoste dalla cornice dei monti.

A Nord si eleva solenne il Bertiaga (m.1.356), il monte gigante della zona, con i fianchi coperti di faggi e d’abeti e con la caratteristica cima tappezzata di pascoli, ai margini dei quali spiccano le numerose cave di marmo biancone che ivi si estrae in abbondanza.

A Nord-Ovest, tra Granezza di Asiago e Granezza di Gallio, s’innalza alquanto arretrato, il Monte Corno (m.1.384). Fino a pochi anni fa, la zona era utilizzata esclusivamente per l’alpeggio dei bovini; ora, invece, ha mutato aspetto e finalità divenendo un centro d’attrazione turistica estiva ed invernale.

Quasi al centro del territorio comunale, sorgono le cime inferiori: il Bruniche, sovrastante la contrada Piazza e Campana e, diviso dal Bertiaga dalla stretta e selvaggia valle dello Xante, il monte Linta, sul cui fianco Sud sono allineate le contrade Vitarolo, Marchi e Maini.

Il Monte Cornione o Corgnon è la cima storica del Comune, attorno alla quale leggenda, tradizione e storia suscitano interesse e curiosità. Esso domina la vallata dei Cavassi, quella di S. Caterina, attraversata dal torrente Isora, quella della Busa e del Covalo, anticamente detta “Valle di S. Donato”, nel cui fondo scorre il Chiavone Bianco e, infine, la “Val Brutta”, dove confluiscono vari ruscelli che danno origine ad un ramo del Laverda. Sul pendio meridionale del Cornione sorgono il Capoluogo e la contrada Cobbaro, su quello occidentale le contrade Sciessere e Villanova. Sul fianco che da Sciessere scende ripido verso la contrada Busa, esistono interessanti giacimenti di minerali: calcite, limonite, marcasite. Antistante il Capoluogo, s’eleva il Monte Xausa che domina la vallata del Laverda, offrendo al forestiero le più affascinanti visioni della nostra terra.

A Sud il crinale scende, ripidissimo, verso le valli sottostanti che delimitano il confine di Lusiana.

Il Comune di Lusiana occupa una superficie di 3.423 ettari e confina con Asiago, Conco, Marostica, Salcedo e Lugo di Vicenza. Presenta la forma di un vasto quadrilatero i cui lati immaginari vanno dal Granezza al Bertiaga, dal Bertiaga a Laverda, da Laverda alla contrada Mare e da Mare a Granezza.

 

Superficie

    Superficie del “vecchio patrimonio”- “parte bassa”:  km² 34,23
    Superficie del “nuovo patrimonio” – “parte alta”:

     comprensorio Larici – Manazzo: km² 4,38;

     comprensorio Galmarara – Cima Dodici: km² 20,22

Abitanti:     2.915

Altitudine:
    nella “parte bassa” tra 229 m di Laverda e 1.388 m di Monte Gusella

    nella “parte alta”  tra 1.150 di bivio Ghertele e 2.336 di Cima Dodici

    il capoluogo Lusiana è situato a 752 m s.l.m.

Comuni confinanti:  Asiago, Conco, Marostica, Salcedo, Fara Vicentinio, Lugo di Vicenza

Mercato settimanale: domenica matttina

Il comune di Lusiana comprende quattro parrocchie: S. Giacomo di Lusiana;  S. Caterina di Lusiana; S. Maddalena di  Laverda, S. Donato di Covolo a Valle di Sopra.